Seduta laser terapia antalgica, come funziona?

Nel trattamento di disturbi dolorosi sta crescendo sempre più, negli anni, l’utilizzo di un particolare metodo chiamato Laser terapia Antalgica.
Questa tecnica utilizza i tipici raggi di luce che caratterizzano la tecnologia laser che vanno a impattare sui tessuti interagendo con essi. Il risultato ottenuto nel paziente è un effetto di tipo antalgico che consente di ridurre, notevolmente, i sintomi di dolore precedenti.

Nell’ambito della fisioterapia, questa tecnica viene utilizzata da più di quarant’anni. Naturalmente, le aziende produttrici hanno migliorato e affinato le strumentazioni laser che sono riuscite a raggiungere standard sempre più elevati, soprattutto per quanto riguarda la lunghezza d’onda e la diversità delle possibilità terapeutiche.

Le tipologie di Laser terapia Antalgica

Sono diverse le tipologie di macchinari in grado di poter effettuare una laser terapia antalgica. Quelle che, ad oggi, hanno raggiunto delle performance oggettivamente migliori sono il Laser a Diodi e il Laser Yag. Una particolare tecnologia che merita menzione è la Hilterapia, un tipo di laser terapia tecnologicamente avanzata e innovativa progettata in Italia, che viene utilizzata per curare i dolori muscolari e ossei. La Hilterapia si basa su un tipo speciale di laser chiamato Neodimio.

Nel caso di queste tipologie ad ampia potenza, è possibile trasmettere ai tessuti un flusso maggiore di energia e in tempi ridotti. Infatti, alcuni tipi di trattamenti possono essere effettuati anche in pochi minuti, precisamente in una fascia che va dai 5 agli 8 minuti. In questo breve lasso di tempo il paziente riceverà notevoli benefici con una sensibile riduzione del dolore. Diversi studi scientifici, infatti, hanno dimostrato e certificato l’efficacia di questa tipologia di trattamenti.

Bisogna sottolineare come non tutti i tipi di laser sono uguali. I pazienti non informati, infatti, non conoscono le differenze tra le varie tecnologie disponibili in questo campo basandosi, spesso, sul minore costo di una laser terapia. A tal proposito, occorre specificare come una seduta di laser terapia antalgica a basso costo, spesso, vuol dire che il trattamento avverrà tramite un macchinario a bassa potenza che richiede un tempo maggiore e un numero di sedute più elevato. Inoltre, anche l’efficacia della terapia potrebbe risentirne.

Invece, un laser alta potenza consente di ottenere un’azione antinfiammatoria e biostimolante migliore. Tutto questo grazie all’impostazione superpulsata che consente di poter apportare un grande beneficio all’infiammazione acuta, subacuta e cronica.

Quali sono le indicazioni di un trattamento di laser ad alta potenza?

Il laser nel settore ortopedico viene indicato nel caso si abbia a che fare con una serie di patologie di derivazione traumatica, infiammatoria (relativa al sistema osteo-articolare) o che coinvolgono il l’area muscolare e dei tendini.

Sono diverse, quindi, le patologie che possono trarre beneficio da questo tipo di intervento come, ad esempio, tendinite al bicipite, trattamento della cervicale e della lombalgia, nelle patologie che colpiscono il piede, nel tendine della spalla dopo un grave trauma e molto altro ancora.

Inoltre, il trattamento tramite terapia laser consente anche di poter ottenere degli ottimi risultati in campo estetico soprattutto quando si deve intervenire su cicatrici cheloidee o quelle fresche che hanno bisogno di un miglioramento locale.

Infatti, il laser non deve essere utilizzato nell’area che provoca dolore ma, molte volte, è meglio concentrarsi su zone riflesse in modo da provocare una modifica locale che consente di diminuire l’edema o apportare dei netti benefici a livello circolatorio. Quindi, è chiaro come una laser terapia antalgica sia uno strumento particolarmente potente ed efficace ma va utilizzato da professionisti esperti del settore, per non incappare in trattamenti non efficaci e potenzialmente pericolosi.

Quante sedute servono per un buon risultato terapeutico?

Abbiamo accennato a come la terapia laser abbia effetti molto benefici sul dolore e come il risultato sia raggiungibile anche in pochi minuti. Quanto si tratta una patologia, però, bisogna tenere in considerazione che il laser può offrire grossi miglioramenti a livello locale, soprattutto nella riduzione di dolore, infiammazione e nel favorire la circolazione del sangue. Se, però, non si riesce a risolvere definitivamente il problema che blocca la parte trattata, con la laser terapia si potrà avere un effetto antalgico, biostimolante e decontratturante, ma occorrerà approfondire la problematica.

L’importanza di affidarsi a centri specializzati come il Centro Fisioterapico Aurelio

Il Centro ha una lunga storia che nasce dalla competenza e l’esperienza di Angelo Tiburzi, fisioterapista della S.S. Lazio. Adesso è gestito, con altrettanta professionalità, da Andrea Tiburzi che, insieme al tuo staff qualificato, accoglie i pazienti in un clima familiare dove vengono messi al primo posto l’ascolto e la soddisfazione delle esigenze dei clienti. La tecnica della laser terapia, utilizzata dal personale medico qualificato del Centro, è totalmente indolore e non prevede degenza.
Tutti i trattamenti hanno l’obiettivo primario di curare il benessere dei pazienti. Proprio per questo motivo vengono proposti percorsi e trattamenti personalizzati secondo i specifici bisogni del paziente.